Rivenditore ufficiale Oknoplast Lecce e provincia

Blog

QUANTO AUMENTA IL RISPARMIO ENERGETICO CON I DOPPI VETRI?

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
 

Quanto aumenta il risparmio energetico con i doppi vetri?

 

Il tema del risparmio energetico è di grandissima attualità e coinvolge trasversalmente anche quello della riqualificazione energetica degli edifici, della riduzione dell’inquinamento atmosferico e delle agevolazioni fiscali inerenti a Ecobonus, Superbonus 110% e Bonus Ristrutturazioni – ossia quel pacchetto di detrazioni e sconti in fattura messo a disposizione dello Stato per agevolare proprio i contribuenti che operano una serie di interventi edilizi mirati al miglioramento della classe energetica del proprio immobile.

Il primo passo per isolare efficacemente la casa e iniziare a risparmiare sul costo delle bollette è valutare attentamente le condizioni di “salute” dei propri infissi.

Se hai a che fare con le finestre di una volta, a vetro singolo e piene di spifferi, ti conviene correre immediatamente ai ripari e sostituirle con modelli di nuova generazione in PVC o alluminio a taglio termico, realizzati con doppi vetri.

Affinché il risparmio economico sia tangibile e duraturo nel tempo, il passaggio dalla lastra singola al sistema con doppio vetro non è sufficiente, ma dovrà essere integrato con altri accorgimenti strutturali mirati ad abbassare complessivamente il valore di trasmittanza termica del serramento.

Cosa fare allora?

Per prima cosa occorre individuare le migliori aziende del settore e scegliere porte e finestre progettate e costruite con il primario obiettivo di ridurre drasticamente le dispersioni energetiche.

I migliori serramenti ad alta efficienza energetica sono quelli che, oltre ai vetri doppi, impiegano anche materiali isolanti di eccellente qualità, vetrocamere basso emissive, guarnizioni a lunga durata, canaline termiche, microventilazione, e tutte le altre caratteristiche finalizzate ad abbassare il fabbisogno energetico dell’abitazione.

C’è anche un altro aspetto da considerare, che trascende dal risparmio immediato ma rientra in un discorso più ampio legato all’aumento del valore commerciale dell’immobile.

Sappiamo infatti che la classe energetica dell’edificio incide in modo diretto sulla sua quotazione di vendita: una casa con finestre nuove e performanti, capaci di far risparmiare una consistente cifra annua sui consumi, ha indubbiamente un valore commerciale più alto di una casa in cui siano ancora installate le vecchie e decadenti finestre risalenti all’epoca di costruzione del palazzo.

Risparmio energetico: quanto incidono gli infissi con doppi vetri?

Come risparmiare con i più performanti infissi doppio vetro

Vetrocamere speciali

Vetri riflettenti, assorbenti e selettivi

Canaline termiche

Aeratori per finestre e microventilazione automatica

Quanta energia si risparmia con i doppi vetri: conclusioni

cessione-del-credito

Risparmio energetico: quanto incidono gli infissi con doppi vetri?

Come accennato, in chiave di isolamento termico e concreto risparmio in bolletta non basta acquistare infissi con doppio vetro per notare la differenza rispetto a quelli a lastra singola.

L’unico modo per avere un’idea dell’entità del risparmio derivante dalla sostituzione degli infissi è quello di affidarsi ad aziende specializzate che possano offrire finestre focalizzate a 360 gradi sul risparmio energetico: non solo doppi vetri, dunque, ma sistemi di isolamento termico che coinvolgono tutti gli elementi dell’infisso: anta, telaio, guarnizioni, vetrocamere, canaline e ferramenta.

Vediamo qui di seguito quali sono le caratteristiche che dobbiamo cercare nei serramenti affinché siano realmente capaci di incidere sull’abbattimento del costo dell’energia impiegata per riscaldare e raffreddare gli ambienti domestici.

Come risparmiare con i più performanti infissi doppio vetro

Installare porte e finestre di nuova generazione rappresenta un valore aggiunto non solo in termini economici (bolletta meno salata), ma anche in chiave di:

  • Salvaguardia del pianeta (riduzione delle emissioni inquinanti nell’atmosfera)
  • Miglioramento della salubrità dell’aria in casa (calo del rischio di condensa, muffa e accumulo di umidità)
  • Aumento generale della qualità della vita

In fase di scelta delle nuove finestre di casa sarà dunque fondamentale accertarsi che i modelli individuati presentino una serie di caratteristiche specifiche che, sfruttando le proprietà isolanti dei materiali, le nuove tecnologie e i moderni processi produttivi, possano trasformare la tenuta termica della casa in modo tale da mantenere a lungo e in maniera ottimale la temperatura ideale.

Ma quali caratteristiche devono avere i serramenti ad alto potere termoisolante, oltre ai doppi o tripli vetri, per regalare alla casa un clima confortevole (caldo in inverno, fresco in estate) senza bisogno di tenere accesi a pieno regime i riscaldamenti ed i condizionatori d’aria?

Vetrocamere speciali

Sappiamo che le finestre hanno un forte ascendente sulla definizione stilistica degli ambienti e della facciata esterna dell’edificio. Prima di “innamorarsi” del design dell’infisso è però importante verificare che il modello prescelto sia dotato di vetrocamere capaci di potenziare al massimo i parametri di isolamento termico e acustico.

È importante considerare che le moderne vetrocamere per infissi sono in grado di assolvere contemporaneamente più compiti: proteggere dai tentativi di intrusione, limitare i rumori, schermare dall’irraggiamento solare diretto, ridurre le dispersioni di calore ed ottimizzare le già eccellenti proprietà termoisolanti di materiali come il PVC e l’alluminio a taglio termico.

Se vuoi davvero risparmiare sulle bollette, scegli infissi con doppi vetri e vetrocamere basso emissive riempite di gas Argon che siano in grado di rispettare il parametro di isolamento termico Ug=1,1 W/m2K stabilito dalla norma EN – 673, oppure serramenti con tripli vetri e vetrocamere da 36 o 44 mm con valore di trasmittanza termica ancor più ridotti.

Vetri riflettenti, assorbenti e selettivi

Rispetto ai tipi di vetri per le vetrocamere il consiglio è quello di fare attenzione a tutti i dettagli e orientarsi sulla soluzione più idonea alle proprie esigenze e al contesto climatico di riferimento.

Se, ad esempio, l’abitazione presenta un’esposizione diretta al sole ed è collocata in un luogo con temperature molto elevate, un modo efficace per mantenere gli ambienti freschi senza spendere una fortuna in condizionatori d’aria, potrebbe essere quello di scegliere serramenti con vetri riflettenti, assorbenti e selettivi.

Grazie ad uno strato di ossidi di metalli nobili depositati sulla superficie interna, queste tipologie di vetro riescono a filtrare e ridurre l’ingresso dei raggi solari, contrastando il surriscaldamento degli ambienti pur preservando un’eccezionale trasparenza e la massima nitidezza nella visione verso l’esterno.

Canaline termiche

La condensa sui vetri si forma a causa dell’eccessiva umidità in casa e della differenza tra temperatura esterna e interna.

Questo problema può essere ampiamente marginato scegliendo infissi dotati di un accessorio che, in realtà, è tutt’altro che accessorio: la canalina termica.

Per ottenere le migliori prestazioni di isolamento e scongiurare la formazione di condensa, la vetrocamera dovrebbe essere configurata con una speciale canalina termica rivestita in policarbonato che consente di ridurre le dispersioni energetiche di oltre il 10% rispetto ai telai comuni e di tenere lontani fenomeni pericolosi quali infiltrazioni d’aria e d’acqua, umidità, condensa e muffa.

Nell’ottica di ridurre i consumi energetici la canalina termica per vetro è sempre un plus, ma la sua presenza diventa ancora più importante se gli infissi sono destinati ad un’abitazione situata in una zona umida e piovosa o se, per qualsiasi ragione, la struttura abitativa non è adeguata ad isolare e a proteggere dall’umidità.

Aeratori per finestre e microventilazione automatica

Per creare ambienti sani e privi di muffa e umidità è importante garantire all’abitazione un corretto e costante ricircolo d’aria.

Ciò significa aprire spesso le finestre, lasciandole aperte per il tempo necessario a far uscire l’aria viziata e l’eccesso di umidità e a far entrare aria fresca e pulita.

Sappiamo però che aprendo le finestre non è solo l’aria a penetrare negli ambienti domestici, ma anche allergeni (polvere, polline), smog e temperatura esterna.

Così può accadere che il calore prodotto dai riscaldamenti venga disperso durante il ricambio d’aria, con inevitabile aumento dei consumi e diminuzione del benessere.

Può anche succedere che in estate, con le finestre spalancate, la casa diventi invivibile per via delle temperature esterne o perché si è riempita di zanzare o altri insetti.

Un ottimo modo per evitare questi inconvenienti, coniugando la necessità di un corretto ricircolo d’aria con la certezza di garantire il risparmio energetico e proteggere la casa dalle “minacce esterne”, è quello di scegliere modelli di infissi integrati con aeratori e/o innovativi sistemi di microventilazione perimetrale.

In sostanza, con questa tipologia di serramenti l’aerazione dei locali viene gestita in modo efficiente, ottimizzato e completamente automatizzato. Ma soprattutto a finestre chiuse!

Quanta energia si risparmia con i doppi vetri: conclusioni

In questo articolo abbiamo visto quanto sia importante scegliere infissi di qualità ed affidarsi ad aziende specializzate come Oknoplast nell’ottica di creare ambienti confortevoli, sani e climaticamente equilibrati.

In particolare, i vetri e le vetrocamere possono incidere in tanti aspetti della vita domestica. Ecco perché è così importante sostituire le vecchie finestre a lastra singola con nuovi ed efficienti serramenti dotati di doppi vetri e di altre caratteristiche studiate per aumentare l’isolamento termico e l’efficienza energetica dell’edificio.

In fase di scelta sarà fondamentale prestare attenzione non solo al sistema del doppio o triplo vetro, ma anche agli altri componenti degli infissi – vetrocamere basso emissive, vetri riflettenti, assorbenti o selettivi, canaline termiche, aeratori e sistemi di microventilazione perimetrale – che complessivamente possono determinare un miglioramento del comfort abitativo e un tangibile e duraturo risparmio energetico.

 

Search